Azienda agrituristica Le Fontanelle, Agriturismo in Calabria a Morano Calabro,Bed e Brekfast
  Sport e tempo Libero
  Gastronomia
  Morano Calabro e dintorni
Morano Calabro

Siamo  a Muranum (Morano Calabro) come ricordato nella lapide a Polla (SA)  che segnava le distanze sulla via Popilia, costruita nel 159 a.c. Nell’itinerario di Antonino ( sec IV d.c.) veniva riportato con la denominazione diSummuranum. Fu feudo di Apollonio Morano,di  Antonello  di Fuscaldo, dei Sanseverini di Bisognano ed infine degli Spinelli di Scalea.
Il borgo situato  su un colle conico a 694 in una posizione scenografica unica,  si presenta suggestivo per le sue viuzze strette che lo attraversano fino in cima dove si possono ammirare i ruderi di un antico castello Normanno risalente al XIII secolo eretto questo certamente su antiche mura Romane. Ha un vasto ed interessante patrimonio artistico culturale, da renderlo paese di grande interesse turistico tanto da farlo inserire nei borghi più belli d’italia, e meritarsi l’appellativo di paese più bello del mondo,  Innumerevole sono le chiese presente  tutte importante e tutte degne di essere visitate per le loro bellezze e per le opere che ne custodiscono, di ciò ne diamo un breve cenno, in questa nostra breve presentazione.
All’ingresso del paese , nella parte bassa di fronte la villa comunale,troviamo la chiesa di San Bernardino da Siena, che ne è anche il protettore. Fondata nel  1452 da Antonio Sanseverino, consacrata nel 1485 è un raro esemplare di architettura quattrocentesca, che si trova in Calabria. All’interno oltre a trovare un soffitto ligneo Di tipo veneziano unico in Calabria, troviamo un meraviglioso e grandioso polittico di Bartolomeo Vivarini, datato 1477, più volte trafugato e poi ritrovato. Continuando l’ascesa a breve distanza, troviamo la collegiata di S.M.
maddalena ,  dove si può ammirare un organo a canne,  risalente alla prima metà del 700,  di notevole valore ed di interesse artistico, sono i dipinti e le teli che si trovano all’interno. Sempre nella collegiata di S. M. Maddalena, troviamo due statue marmoree del 500  una di queste realizzata da  A. Cagini.
Poco distante dal centro da un lato troviamo il convento dei frati cappuccini, ricco di opere lignee che dimostrano,l’amore che gli artigiani avevano  nel mettere in evidenza lo propria bravura.  Dall’altro lato , a mezza costa del monte,si  erge  su due livelli  la chiesa di San  Nicola  dove tele del 600 ed opere lignee  aspettano per essere visitate e ammirate, dietro l’altare,si ammira un meraviglioso coro decorato a 15 stalli opera questa di Agostino Fusco. In cima al paese troviamo la chiesa  di S. Pietro e Paolo sicuramente la più antica dove all’interno si può ammirare un meraviglioso coro , anche questo opera di Agostino e Maria  Fusco tra il 1792 e il 1805.All’interno vengo custodite statue  marmoree di notevole valore artistico dello scultore  Pietro Bernini.